Share

PARLA FOSSATI: ‘VI PRESENTO IL BOGLIASCO 2.0’

E’ il momento della svolta in casa Bogliasco Bene.

La stagione più tribolata della storia recente della pallanuoto bogliaschina è ormai negli archivi. Smaltita l’euforia per la salvezza raggiunta nello spareggio di Torino con la Roma Vis Nova, per i biancazzurri è adesso tempo di gettare le basi in vista del futuro.

Per riuscirci Bogliasco ripartirà dallo zoccolo duro forgiatosi nell’annata appena conclusa e da alcuni innesti mirati. A cominciare dai primi due colpi di mercato, Alessandro Brambilla e Alessandro Di Somma, vecchie conoscenze dell’acqua clorata levantina ufficialmente tornate a casa dopo esili più o meno lunghi. “La società ha un progetto serio ed ambizioso – spiega il direttore sportivo Gianni Fossati – che io condivido in pieno e che in queste ultime settimane ho illustrato ai giocatori. Nel giro di tre anni vogliamo ricostruire una squadra in grado di fare grandi cose, stupendo tutti. Chi ci crede è con noi e deve essere onorato di difendere questi colori, chi non ne è convinto è meglio che prenda altre strade”.

fossati PARLA FOSSATI: 'VI PRESENTO IL BOGLIASCO 2.0'

Le parole del capitano dello storico scudetto del 1981 sono tante decise, quanto chiare. Basta alla cessioni eccellenti, come avvenuto troppo spesso nel recente passato. Il futuro del Bogliasco si fonderà sulle proprie radici e su un senso di appartenenza ad una società che negli anni ha saputo scrivere pagine importanti in questa disciplina: “A noi – prosegue Fossati – non interessa mettere su una multinazionale con tre o quattro stranieri che in vasca faticano a capirsi con i compagni e che magari dopo una stagione se ne vanno via senza troppi rimpianti. Il nostro sogno è quello di formare una squadra che abbia un’identità ben precisa, con un’impronta fortemente locale, come succedeva una volta. Non si tratta però di un’operazione-nostalgia, ma di dare un’anima ad un collettivo che deve rappresentate Bogliasco in giro per l’Italia e che lo faccia con orgoglio”.

Una squadra praticamente a chilometro zero, o quasi. In questa ottica rientrano i ritorni di Brambilla e Di Somma, due ragazzi cresciuti alla Vassallo ed entusiasti di riaffacciarsi da queste parti dopo le parentesi lontano dal Golfo Paradiso: “Entrambi, seppur per motivi diversi, avevano lasciato Bogliasco un po’ controvoglia – rivela ancora Fossati – quando li ho incontrati e li ho spiegato cosa avevamo in mente mi hanno subito detto ‘sì’, mostrando grandi motivazioni. Ma il nostro mercato non finisce qui. Ho già in canna almeno altri due colpi che però non posso ancora ufficializzare. Posso solo anticipare che si tratta di ragazzi in gamba che innalzeranno il nostro tasso tecnico e di esperienza”.

Mancano più di tre mesi all’inizio della nuova stagione. Ma a Bogliasco si sta già nuotando.

Leave a Comment