Share

RAGAZZI, FERRERO: ‘CON LO SPORT MANAGEMENT PER DARE CONTINUITA'”

Uferrero RAGAZZI, FERRERO: 'CON LO SPORT MANAGEMENT PER DARE CONTINUITA'"ltima uscita stagionale davanti al pubblico amico della Vassallo per i ragazzi del Bogliasco Bene. Reduci da due belle e confortanti vittorie contro Savona e Torino, per i biancazzurri di Daniele Bettini sarà però molto complicato riuscire a salutare i propri tifosi con un altro successo. L’avversario di turno sarà infatti la fortissima Sport Management, una delle tre corazzate del nostro campionato. Seppur un po’ distratta nelle ultime settimane e con la testa probabilmente già rivolta alle finali scudetto di fine mese, la formazione veronese resta un ostacolo altissimo per qualsiasi squadra che non sia Brescia o Pro Recco. “Nessuno si illude che vincere o anche solo pareggiare domani sia semplice – concorda Filippo Ferrero – sappiamo di avere di fronte un collettivo fortissimo e pieno di talenti ma già con Recco e Brescia siamo stati in grado di disputare ottime partite. Proveremo a ripeterci. Ad ogni modo per noi questa gara, così come quella successiva contro la Pro Recco, dal pronostico ancor più scontato, dovrà servirci non per portare punti in classifica bensì per avvicinarci al meglio agli spareggi salvezza di Siracusa”.

Il Bogliasco bello e vincente visto all’opera nelle ultime due uscite lascia ben sperare in vista di un finale di stagione nel quale non sarà più concesso commettere errori. Contro Savona e Torino i levantini hanno dimostrato di sapere quale sia la strada giusta da intraprendere. Ora però occorre non abbandonare il sentiero: “Queste ultime due gare ci hanno dato una grande spinta – prosegue Ferrero – Ci volevano proprio, se non altro per regalarci un po’ di serenità e di consapevolezza nei nostri mezzi. Qualcuno in questi giorni ci ha chiesto cosa ci abbia portato a questo radicale mutamento dopo le bruttissime prestazioni offerte nelle settimane precedenti. Onestamente è difficile dirlo. Tutti noi abbiamo continuato ad allenarci con lo stesso impegno e la stessa intensità messa in vasca durante tutto l’anno. Forse qualcosa c’è scattato a livello mentale o forse semplicemente gli episodi che prima ci giravano male ora hanno cominciato a girare per il verso giusto”.

In attesa di capire come finirà questa tribolata stagione, il giovane difensore biancazzurro si gode a soli 16 anni la sua seconda annata da protagonista in prima squadra, dopo aver conquistato già due titoli nazionali con l’Under 17 e Under 20 bogliaschina: “Sono il più piccolo del gruppo e dunque è giusto che io sia qui soprattutto per imparare dai miei compagni più grandi. E devo dire che di cose ne sto apprendendo davvero parecchie. Anche perché se l’anno scorso le mie apparizioni in prima squadra erano saltuarie, in questa stagione ho avuto la possibilità di essere presente con più continuità e di provare a dare il mio contributo quando sono stato chiamato in causa. Personalmente quindi sono molto contento di come stanno andando le cose. Ora però è il momento di pensare alla squadra e all’obiettivo che tutti noi vogliamo raggiungere”.

Leave a Comment