Share

Si soffre fino all’ultimo ma si esulta: ragazzi salvi!

SIRACUSA – Bogliasco scaccia i fantasmi confermando la propria posizione nella pallanuoto che conta, quella di Serie A1.

Dopo aver perso ieri pomeriggio la semifinale playout contro Trieste, i ragazzi di Daniele Bettini non sprecano la seconda ed ultima chance di restare nel massimo campionato nazionale liquidando nello spareggio finale di Siracusa il Torino ’81 con un netto 10-5. Punteggio ampio, fedele specchio di una sfida che ha visto i biancazzurri mantenere sempre almeno un paio di segnature di distanza tra sé e l’avversario nonostante la prima rete dell’incontro fosse stata messa a referto proprio dai piemontesi. Ma dopo mezzo tempo passato a vedere le streghe, per effetto del gol di Gaffuri, i levantini si scrollano di dosso le paure ribaltando il parziale nel giro di 40 secondi con Federico Cimarosti in superiorità e Jack Lanzoni a uomini pari. Il numero 9 e il numero 4 ligure si ripetono nelle stesse modalità anche nella seconda ripresa dopo che Alessandro Brambilla, sul finire del primo tempo, aveva intanto già calato il tris.

raga-salvi Si soffre fino all'ultimo ma si esulta: ragazzi salvi!

 

Sotto 5-1 dopo l’intervallo lungo, nel terzo tempo Torino produce il massimo sforzo nel tentativo di tornare a galla. Ma le due reti dell’ex di turno Cristian Gandini e l’acuto di Vuksanovic vengono vanificati dal doppio squillo in fotocopia di Ale Di Somma che lascia i rivali a distanza di sicurezza. A certificare la seconda salvezza consecutiva acciuffata ai playout, dopo quella dello scorso anno conquistata proprio a Torino contro la Roma Vis Nova, sono due delle anime di questa squadra: il capitano Gimmi Guidaldi e il suo vice Fabio Gambacorta, in gol rispettivamente con una zampata sotto rete e con la classica palombella, vero e proprio marchio di fabbrica del numero 7. Nel finale, dopo la segnatura del torinese Gaffuri, c’è gloria anche per il giovanissimo Filippo Ferrero che certifica il 10-5 conclusivo.

Il rituale bagno post sirena sa tanto di liberazione per i bogliaschini ma anche per i sei Irriducibili che, tenendo fede al proprio nome, si sono sciroppati oltre 2500 chilometri, tra andata e ritorno, per sostenere i nostri ragazzi nella trasferta più lunga, difficile e importante della stagione. Oggi i complimenti vanno anche a loro che nonostante le avversità di un’annata complicata non hanno mai fatto mancare il proprio sostegno alla truppa bogliaschina. E che di sicuro tra cinque mesi saranno ancora presenti per vivere da protagonisti una nuova avventura a tinte biancazzurre. Ovviamente in Serie A1.

“Abbiamo salvato la pelle – commenta a fine gara coach Daniele Bettini – E’ stata dura ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo affrontato un anno difficile, con tantissime problematiche di varia natura che non ci hanno mai consentito di lavorare con la necessaria serenità. Nonostante questo siamo riusciti ad evitare il peggio. In momenti come questi è giusto ringraziare chi ci è stato vicino: prima di tutto il presidente Prandini, che non ci ha mai fatto mancare il suo sostegno, poi Gianni Fossati che è sempre stato al mio fianco anche e soprattutto nei momenti di criticità. Ma il mio pensiero va anche a tutti i ragazzi della piscina, alla gente del paese e agli Irriducibili, capaci di seguirci anche qui in Sicilia. La dedica doverosa va ad Alberto Caliogna, che non ha potuto darci una mano in questa impresa, e a tutti coloro che hanno sempre creduto in noi e in questa salvezza”

“Posso dire solo che siamo un rimasti in A1 nonostante un campionato di grandissime difficoltà – afferma il presidente Mirko Prandini – Ora ci prendiamo un paio di settimane di vacanza per tirare un po’ il fiato e poi dalla metà di giugno cominceremo a lavorare con ancora più convinzione in vista del futuro”.

TABELLINO:

TORINO ’81-BOGLIASCO   5-10  (1-3, 0-2, 3-2, 1-3)

TORINO ’81: Aldi, Pavlovic, Gandini 2, Maffè, Oggero, Azzi, Lo Iacono, Vuksanovic 1, D. Presciutti, Novara, Gaffuri 2, Giuliano. Coach: S. Aversa.

BOGLIASCO BENE: Prian, Ferrero 1, Di Somma 2, Lanzoni 2, Brambilla 1, Guidaldi 1, Gambacorta 1, Monari, Fracas, Cimarosti 2, Puccio, Sadovyy, Di Donna. Coach. D. Bettini.

ARBITRI: Navarra, Petronilli

NOTE: Spettatori 500 circa. Superiorità numeriche: Reale Mutua Torino 81 Iren 4/12, Bogliasco Bene 6/13. Usciti per limite di falli: Maffè e Lo Iacono (T), Brambilla (B) nel quarto tempo.

 

Leave a Comment