Share

UNIPOL CUP, SEMIFINALE FATALE

Si ferma in semifinale l’avventura del Bogliasco Bene nella prima edizione della UnipolSai Cup.

Le ragazze di Sinatra, prive di tre elementi cardine come Agnese Cocchiere, Eugenia Dufour e Giulia Millo, si arrendono ad un Plebiscito Padova che, dopo la sconfitta subita in campionato due mesi fa, si prende una rapida rivincita sulle liguri imponendosi 9-4.15027950_1447995145215134_7709643159246384234_n UNIPOL CUP, SEMIFINALE FATALE

Gara mai in bilico quella disputata alla piscina del centro federale di Ostia. Le venete, infatti, prendono subito in mano la partita chiudendo il primo parziale avanti 2-0 e incrementando costantemente il vantaggio con il passare dei minuti. Dopo dieci minuti di gioco le patavine comandono addirittura 5-0 e la prima rete bogliaschina arriva solo a metà del secondo tempo, con Viacava, seguita a stretto giro dal botta e risposta tra Barzon e Zimmermann, in superiorità. L’australiana va a segno anche in apertura di terzo quarto, ancora con l’uomo in più ma le distanze vengono ristabilite dalla Dario. Il rigore di Rogondino all’inizio dell’ultimo tempo non serve neanche ad addolcire il punteggio, visto che prima della sirena finale Padova va a segno altre due volte.

Le bogliaschine torneranno in vasca domani mattina alle 12.10 contro Messina nella finalina per il terzo posto.

 

TABELLINO:

BOGLIASCO BENE-PLEBISCITO PADOVA      4-9  (0-2; 2-4; 1-1; 1-2)

Bogliasco Bene: Falconi, Viacava 1, Zimmerman 2, Gualdi, Trucco, Santinelli, Maggi, Rogondino 1 (rig.), Boero, Rambaldi, Cocchiere T. , Frassinetti, Malara. All. M. Sinatra.

Padova: Teani, Barzon 2 (1 rig.), Savioli I., Gottardo, Savioli M. 1 (rig.), Queirolo 3, Millo A., Dario 3, Galardi, Robinson, Nencha, Casson, Franceschino. All. S. Posterivo.

Arbitri: M. Calabrò e L. Bianco.

Note: superiorità numeriche: Bogliasco 2/7 ,Padova 4/8. Uscite per limiti di falli Rambaldi (B) e Dario (P) nel quarto tempo.

Leave a Comment